È l’insieme di processi e attività che assicurano un accesso continuo alle informazioni.

Ogni dato o informazione è soggetto ad un deterioramento nel corso del tempo (VHS, carta, CD, Floppy disc).

Inoltre il tempo modifica i supporti che cambiano e si sviluppano in base agli standard di formato, standard che seguono mode e mercato per lo più.

La perdita di memoria, invece, è quando si ha una perdita di materiale digitale dovuta ad un’obsolescenza digitale: il materiale (dati, informazioni, ecc) è indisponibile poiché presente solo in un formato illeggibile per i nuovi supporti.

L’obsolescenza digitale è un fenomeno che si verifica quando supporti e strumenti si evolvono negli anni, non tenendo conto delle caratteristiche dei modelli precedenti. Questo perché gli strumenti per leggere un supporto durano meno del supporto stesso.

Può succedere che informazioni e dati siano abbandonati in assenza dello strumento adatto a leggerli. Per garantire l’accesso a dati e informazione è fondamentale digitalizzarli cioè renderli accessibili in qualunque formato. La preservazione digitale è probabilmente l'unica soluzione che permette una conservazione nel tempo. Informazioni e dati oggi nascono già digitali (digital native).

È possibile preservarli, copiarli e modificarli mantenendoli nel tempo (digital reformatting).

Strategie di preservazione di dati:

REFRESHING (trasferire dati tra sistemi simili per risolvere i problemi legati a deterioramento fisico del supporto).

DUPLICAZIONE (replicare i dati per mantenere i sistemi integri prevenendo rischi di crash o alterazioni improvvise).

MIGRAZIONE (non trasferire dati fra sistemi diversi perché può provocare la perdita dei dati).

Strategie di preservazione di informazioni:

EMULAZIONE (utilizzare dati e funzioni in un nuovo sistema).

METADATAZIONE (assegnare una descrizione al materiale).

CERTIFICAZIONE (certificare che la versione preservata sia valida).

Home[modifica | modifica sorgente]
I contenuti della comunità sono disponibili sotto la licenza CC-BY-SA a meno che non sia diversamente specificato.